Olio essenziale di pino marittimo: benefici, proprietà, caratteristiche e usi

Olio essenziale di pino marittimo: benefici, proprietà, caratteristiche e usi

C’è un prodotto in aromaterapia che conquista sempre tutti: stiamo parlando dell’olio essenziale di pino marittimo, particolarmente amato per il suo profumo fresco, legnoso e soprattutto balsamico. Presenta innumerevoli proprietà – è tonificante, antisettico e mucolitico. Vediamo di capire quali sono gli usi dell’olio essenziale di pino marittimo, ma anche le caratteristiche della pianta e i benefici che apporta al nostro organismo e non solo.

Cos’è l’olio essenziale di pino marittimo

Per produrre l’olio essenziale di pino marittimo è necessario ricavarlo dalla pianta che appartiene alla famiglia delle Pinaceae: la Pinus Pinaster. Molte persone lo usano contro l’asma, la cistite e i disturbi dello stress. Il pino marittimo è originario della costa del Mediterraneo e delle coste atlantiche: principalmente, lo troviamo anche in Spagna e Portogallo.

Il suo profumo è molto caratteristico, poiché ricorda molto quello del bosco, estremamente sottile e fresco al contempo. Come per altri oli essenziali, il metodo di estrazione dell’olio essenziale di pino marittimo non si differisce: viene ottenuto distillando gli aghi mediante la corrente di vapore acqueo.

Proprietà e benefici

Ci sono dei prodotti di benessere naturali che permettono di essere utilizzati sotto vari aspetti. È il caso del pino marittimo, il cui primo beneficio incredibile per l’organismo è la sua azione tonificante. Per esempio, molti lo sfruttano al mattino, se ci si alza fiacchi e privi di energia. Le persone che soffrono di stress e stanchezza potrebbero di certo sfruttarlo grazie alla sua proprietà anti-affaticamento.

L’azione stimolante dell’olio essenziale di pino marittimo è persino utile contro la diminuzione della libido o nei casi in cui si soffra di esaurimento nervoso. Tra le proprietà annoverate dal prodotto, è un buon rimedio naturale contro la tosse, la laringite, la sindrome influenzale e anche la sinusite. Nel caso di raffreddore persistente, si può di certo sfruttare per potenziare i bronchi. Può essere inalato per fluidificare il catarro.

Infine, è impossibile non menzionare la proprietà antisettica dell’olio essenziale di pino marittimo. Per esempio, molti lo utilizzano in particolar modo come antinfiammatorio per le vie urogenitali. Può riuscire a rivelarsi efficace contro la cistite, la prostatite, l’uretrite e la leucorrea. In ogni caso, si sottolinea che il pino marittimo offre un’ottima azione anche per sostenere i reumatismi e la gotta.

Come usare l’olio essenziale di pino marittimo?

I suoi utilizzi sono davvero infiniti, poiché è possibile sfruttarlo durante un bagno, per via orale, respiratoria o diffusione. Può essere anche applicato sulla cute per un massaggio. Sulla pelle, si consiglia di diluire il prodotto. Tra l’altro, le ricette sono davvero infinite, poiché va sfruttato contro l’allergia respiratoria, purificatore d’aria in inverno, colpo di freddo o decongestionante.

Per quanto riguarda la diffusione ambientale di questo olio essenziale, possiamo utilizzarne circa 1gc per ogni mq dell’ambiente in cui desideriamo ricorrere alle sue proprietà. Va bene utilizzato sia con i classici diffusori, bruciatori o negli appositi deumidificatori dei termosifoni.

Ovviamente, non può mancare il grande classico degli oli essenziali, le cui caratteristiche li rendono estremamente agevoli da usare durante i suffumigi. In inverno, con il freddo, il sistema immunitario tende a indebolirsi: di conseguenza è molto facile incorrere nelle classiche malattie da raffreddamento. Pertanto, è possibile preparare una bacinella di acqua calda con 15 gocce del prodotto: il vapore fa molto bene. Infine, è possibile prendere il prodotto per uso interno: contro la ritenzione idrica o un’infezione alle vie urinarie, due gocce di olio essenziale di pino marittimo mixate con un cucchiaino di miele fanno davvero miracoli.

Share