Come aumentare la popolarità di un sito grazie alla link building

Come aumentare la popolarità di un sito grazie alla link building

Innumerevoli sono i processi di posizionamento nei motori di ricerca. Tra le tecniche più utili su come scalare posizioni nelle varie SERP, una menzione speciale la merita la link building, considerata oggigiorno imprescindibile per ottimizzare qualsiasi sito internet.

Link building: che cos’è?

Per link building s’intende quella strategia di ottimizzazione SEO di un sito internet, il cui scopo primario consiste nell’ottenimento di link in ingresso. Se autorevoli, provenienti da siti internet che hanno temi simili o business complementari, la resa si rivela foriera di risultati ottimali a livello di popolarità. Il sito internet che ottiene i cosiddetti backlink può essere poi considerato dai lettori come un punto di riferimento su un determinato argomento, giovandone in termini di domain authority. Praticamente, la link building non è altro che una fitta rete di collegamenti tra un sito e l’altro. Forum, community e blog, per ovvi motivi , rientrano in questa logica. La corsia preferenziale di navigazione che si crea sui motori di ricerca appare molto utile al sito internet di turno. Google ad esempio considera un sito internet molto appetibile anche in base al numero di menzioni ottenute.

Qualità è la parola d’ordine

Quando si tratta di ottenere backlink, è di vitale importanza privilegiare la qualità. Se un articolo di un sito internet viene citato da un importante portale nazionale, il suo posizionamento nella SERP è destinato inevitabilmente a migliorare. Costruire link di ottimo livello risulta uno dei fattori maggiormente influenti per raggiungere, ad esempio, la tanto ambita prima pagina di Google, in base a keyword specifiche, attinenti alla tematica trattata o al business in cui si è protagonisti.

La link building per funzionare deve essere naturale

Tutto questo, però, deve avvenire all’insegna della naturalezza più assoluta e non in modo artefatto. Link di qualità che rimandano a un sito internet sono quelli, dove si mira a far in modo che il lettore possa approfondire un determinato argomento, connesso in un certo qual modo a quanto messo in evidenza. Acquistare a pagamento link non porta più da nessuna parte. Grazie ad algoritmi sempre più evoluti, Google e i motori di ricerca dispongono di tutti gli strumenti necessari per comprendere se i link di rimando sono stati inseriti spontaneamente. Se così non fosse, la penalizzazione si nasconde dietro l’angolo e il sito web è destinato a perdere posizioni.

Come fanno i motori di ricerca ad attribuire valore ai link?

Diversi sono i parametri tenuti in considerazione dai motori di ricerca nell’attribuzione di valore ai link. Il principale riguarda la popolarità globale. Più backlink un sito internet ottiene, tanto più viene visto come autorevole e popolare. E questo discorso vale a maggior ragione anche a livello locale, ossia in riferimento ai link ottenuti da community a tema o da forum dedicati. In questo caso, il valore si rivela maggiore rispetto a quello garantito dai portali generalisti.

Altro parametro interessante è l’anchor text. Bisogna utilizzare una keyword specifica con un link di rimando. In questo modo, il portale avrà maggiori probabilità di posizionarsi meglio sui motori di ricerca in rapporto a quella determinata parola chiave. Anche il trust ha un ruolo fondamentale: siti web autorevoli e ufficiali, nel momento in cui rimandano a un sito web, gli conferiscono maggiore credibilità e un posizionamento ancora migliore. Infine, anche i social network vanno sfruttati al meglio sotto questo punto di vista: la condivisione di un post, infatti, aumenta la visibilità dei contenuti.

Conclusioni

Se un sito internet viene visto come autorevole su uno specifico argomento, al punto da ottenere di continuo menzioni e citazioni da altri siti simili, con tanto di inserimento di link di rimando, allora il ranking complessivo migliorerà, comportando la scalata di posizioni sulle pagine dei motori di ricerca, a partire da Google. In questo modo, si viene trovati più facilmente da chi naviga su internet e si registrano gradualmente picchi di traffico in crescita. Insomma, fare link building conviene.

Share