La filtrazione aria: per respirare in un ambiente sicuro

La filtrazione aria è sempre più una necessità, considerando il livello elevato di inquinamento che le fabbriche di ogni tipo e genere producono. Se infatti non è ancora evitabile che la produzione di beni abbia come sottoprodotto la generazione di una grande quantità di sostanze inquinanti e potenzialmente pericolose, è per fortuna altrettanto vero che la messa in opera di opportuni e appositi sistemi di filtrazione aria permette di gestire tali sostanze minimizzandone – o addirittura annullandone – l’impatto.

Nel campo della filtrazione aria industriale, la tecnologia ha perciò sviluppato diverse tipologie di sistemi filtranti per l’aria, in modo da assicurare che qualsiasi tipologia di sostanza inquinante possa essere contenuta e non vada di fatto a danneggiare né l’ambiente né, più direttamente, i professionisti che lavorano all’interno delle fabbriche stesse, e respirandone l’atmosfera interna sono naturalmente i primi e principali beneficiari del buon funzionamento dei sistemi di filtrazione aria.

Volendo fare un discorso di tipo generale, è possibile ravvisare caratteristiche simili in tutti i sistemi di filtrazione aria. In comune, infatti, possiamo ravvisare che tutti contengono una parte deputata alla movimentazione dell’aria – compressori o pompe, ad esempio – e una parte invece rappresentata dai vari tipi di dispositivi necessari a trattenere i particolati, di varia natura e dimensione, sospesi nell’atmosfera, e quindi più propriamente gli effettivi elementi di filtrazione aria. I filtri ad aria compressa sono, nel settore industriale, fra quelli maggiormente popolari e diffusi.

Un esempio tipico di ambiente nel quale si rende pressochè fondamentale l’implementazione di sistemi di filtrazione aria è sicuramente quello dell’industria della lavorazione del legno. Qui, infatti, i lavoratori sono immersi in un’atmosfera carica di polveri e particolati di dimensioni microscopiche, generati inevitabilmente dal taglio e dalla lavorazione del legname, e che possono, se respirati regolarmente, generare un forte stress per i polmoni, danneggiandoli in maniera potenzialmente irreversibile. Per questo, in tali ambienti, appositi collettori di polveri sono disposti strategicamente per aspirare e catturare tutte le polveri ed effettuare una completa filtrazione aria, così che il sistema di ventilazione possa poi ridiffondere nell’ambiente aria sicura e pulita.

È in fondo evidente come l’installazione di sistemi di filtrazione aria sia del tutto imprescindibile, sia per una responsabilità verso i propri collaboratori esposti direttamente ai particolati nocivi, sia per un dovere verso l’ambiente nel quale tutti viviamo e la cui aria ci garantisce la vita. Il rispetto delle leggi sulla filtrazione aria, e l’implementazione degli apparati di questo genere, diventa quindi non soltanto un obbligo, quanto un obiettivo dovere.