Lavoro, l’informatico è una delle professioni più ricercate

Lavoro, l’informatico è una delle professioni più ricercate

Quanti di noi si sono chiesti quale sia un lavoro di successo di questi tempi? Sicuramente moltissimi. In un momento che a livello mondiale riserva moltissime perplessità e tanti dubbi sugli sbocchi professionali più o meno sicuri, capire o immaginare cosa potrebbe riservarci il futuro da questo punto di vista è davvero un’impresa difficile. Eppure, ci sono delle professioni che – almeno secondo ricerche e studi di settore – si dimostrano più sicuri di altri e più promettenti. L’informatico, ad esempio, è tra queste. I laureati in questo settore, quindi, sono tra i professionisti e i consulenti più ricercati in assoluto e gli ultimi studi parlano addirittura di un tasso di impiego – miracoloso – del cento per cento. Cerchiamo quindi di capire di più su quali sono i lavori più richiesti nel settore informatico.

Lavoro, la corsa del settore informatico

L’Unione Europa sostiene che da qui a un paio di anni saranno 800 mila i posti di lavoro creati e aperti nel settore informatico. Da qui, capiamo bene come sia estremamente importante farci trovare pronti a questa ondata. Lo stesso professionista del settore è radicalmente cambiato, dal nerd degli anni Novanta, socialmente difficile e introverso, oggi lo specialista informatico è un professionista serio, mentalmente aperto, eclettico e, spesso, anche di genere femminile. Abbandoniamo quindi ogni stereotipo possibile e apriamoci a nuove fisionomie, tra cui quella di società del settore, come Area Software – per vedere il sito AreaSoftware.biz.

Gli esperti informatici e le donne del settore

Sono soprattutto le donne laureate nel settore ad avere ottime chance di impiego, con una percentuale di assunzione pari al totale delle laureate. Le imprese più innovative, infatti, amano mixare il team creando un gruppo di lavoro eterogeneo e creativo e per questo prediligendo sempre di più le donne soprattutto per ruoli che un tempo erano tradizionalmente affidati agli uomini. L’informatica, quindi, non rappresenta di certo un settore in cui la disparità tra uomo e donna regna sovrana, anzi, al contrario, le donne hanno molto successo e sono ben pagate, al pari – se non di più – dei colleghi uomini. Tra i profili più ricercati ci sono il data scientist, ovvero il professionista che monitora tutte le informazioni che quotidianamente viaggiano in rete, e l’esperto in sicurezza informatica che cerca di prevedere e creare degli strumenti ad hoc per la protezione dei dati da eventuali attacchi di cybercrimine. In ogni caso si tratta di profili molto interessanti e innovativi che, di certo, segneranno il futuro del lavoro mondiale.